Il mio dominio risulta scaduto: perchè non posso registrarlo nuovamente?
Scritto da - NA - il 03 March 2007 02:42 PM
La data di scadenza indicata in un record WHOIS rappresenta soltanto il periodo contrattuale del dominio. Se la registrazione del dominio non viene rinnovata, il registrar può decidere quale sia la politica per arrivare alla cancellazione definitiva del dominio dal REGISTRY. Esiste una procedura per la cancellazione di un gTLD stabilita da ICANN, ma i registrar hanno margini per personalizzare i tempi tale procedura. E' necessario distinguere due casi:

Cancellazione di un gTLD .com o .net

  • dopo un periodo di tempo variabile da una settimana a venti giorni dopo la scadenza della registrazione riportata nel whois, il dominio viene posto nello stato di REGISTRAR-HOLD. In questo momento il dominio smette di essere visibile dalla rete, ed a tutti gli effetti tecnico/pratici risulta inesistente. Nessuno, però, può effettuare nuovamente la registrazione nè tanto meno il trasferimento poichè il dominio risulta ancora di proprietà  del titolare, e tutti i dati di registrazione sono visibili tramite whois. Il titolare del dominio può ancora contattare il registrar e procedere al rinnovo della registrazione al normale costo: il dominio sarà  nuovamente raggiungibile da tutta la rete dopo 24/48 ore. Lo stato di registrar hold, se nessuno interviene, dura circa 20 giorni.
  • terminato lo stato di hold, il dominio entra nel REDEMPTION GRACE PERIOD, e viene posto nello stato di REDEMPTIONPERIOD. In questa situazione i dati di registrazione non sono più visibili tramite whois, dal quale si può ricavare solo lo status del dominio ed il registrar di appartenenza. La registrazione del dominio non può essere rinnovata al prezzo consueto, il dominio non risulta libero per una nuova registrazione. Le uniche operazioni possibili sono:
    • back order del dominio per sperare di poterlo registrare una volta che sarà  nuovamente libero: sconsigliamo assolutamente di effettuare back order di domini esistenti. I soldi spesi per il back order non saranno infatti rimborsati in alcun modo nel caso di fallimento della procedura.
    • ripristino della registrazione. Questa procedura può essere fatta solo dal REGISTRANT (titolare e proprietario del dominio, non necessariamente corrispondente all'admin-c) presso il sito del REGISTRAR, per un costo di circa 150$. Il ripristino è certo, e richiede circa 10 giorni.

Lo status di REDEMPTIONPERIOD dura esattamente 60 giorni

  • terminato lo stato di redemptionperiod, il dominio va nello stato di PENDING-DELETE. In questa situazione i dati di registrazione non sono più visibili tramite whois, dal quale si può ricavare solo lo status del dominio ed il registrar di appartenenza e nessuna operazione è possibile. Dopo circa 10 giorni il dominio risulterà  definitivamente cancellato come se non fosse mai esistito. In questo caso sarà  possibile effettuare nuovamente la registrazione.

Cancellazione di un gTLD .biz, .info o .org

  • come nel caso di com e net, anche questi domini, dopo la scandenza, vengono posti in stato di HOLD. Lo stato di hold presenta le medesime caratteristiche sopra riportate, ma la sua durata varia fino a 30 giorni ed oltre, a discrezione del registrar
  • dopo lo stato di hold, il dominio va direttamente nello stato di PENDING-DELETE, che dura sensibilmente di più che nel caso di com e net
(118 vote(s))
Helpful
Not helpful

Commenti (0)
Inserisci un nuovo commento
 
 
Nome e Cognome:
Email:
Commenti: